venerdì 17 settembre 2010

"La Rivelazione del Bafometto", il nuovo libro di Lorena Bianchi


Dal sito della casa editrice, riporto la presentazione del mio ultimo libro.
“La Rivelazione del Bafometto”, scritto da Lorena Bianchi, già autrice del thriller “La Chiave del Sigillo” che ha avuto ottimi riscontri di critica, è uno studio analitico sul simbolo eretico adorato dai Cavalieri Templari, il motivo principale del processo che subirono da parte dell’Inquisizione nel 1307 e che causò la soppressione dell’ordine. Il Bafometto infatti è un vero concentrato di conoscenze esoteriche e scientifiche, il cui simbolismo è la chiave per comprendere le strutture che i Templari realizzarono nel Medioevo, a cominciare dalle cattedrali gotiche. Al di là del suo aspetto da ibrido umano e animale, del suo volto caprino così falsamente attribuito a Satana e al Diavolo da parte degli inquisitori, il Bafometto è in realtà il senso di una religione sacra ancestrale, legata all’armonia dell’universo e alle sue leggi. Dopo innumerevoli saggi inutili che hanno sostenuto tesi assurde o palesemente illogiche, lo studio di Lorena Bianchi finalmente svela il vero segreto custodito dai Templari e il motivo della loro distruzione. Un libro essenziale, indispensabile per tutti gli appassionati di simbologie ed esoterismo.

lunedì 24 maggio 2010

La Chiave del Sigillo, il thriller mozzafiato di Lorena Bianchi

Ecco la mia ultima fatica: direttamente dal sito della casa editrice Orizzonte, un po' di descrizione del mio romanzo...
Un romanzo coinvolgente, un thriller esoterico colto e simbolista, pieno di riferimenti occulti, storici e filosofici: la nuova fatica letteraria di Lorena Bianchi è un sorprendente viaggio alla ricerca di risposte in luoghi antichi e misteriosi caratterizzati dalla presenta dell'antico Quadrato Magico del Sator. Uno spietato assassino che decapita scienziati e studiosi utilizzando rituali antichissimi semina il panico a New York e in Europa. Attraverso la soluzione del mistero rappresentato del palindromo, a cui nessuno è mai riuscito a dare una spiegazione convincente, una poliziotta dell'Interpol incaricata del caso e un direttore d'orchestra affermato e accusato dalle autorità di quegli omicidi si vedranno uniti nella caccia a quell'enigmatico sicario che sembra uscito da un libro di storia... Una caccia che però si capovolge e pare assumere i contorni della fuga, tale è la potenza e l'astuzia del killer. Tra Triplici Cinte, violini antichi e l'incredibile segreto delle Tredici Note rivelate da un compositore illuminista precursore della Dodecafonia, "La Chiave del Sigillo" è un romanzo che mozza il fiato, che lascia fino all'ultimo il lettore appeso alla trama, ai colpi di scena, al finale sconvolgente. Un'opera eccezionale, imperdibile per tutti gli appassionati del genere.

On-line il numero di Maggio 2010 di Sator ws

Questo numero di Sator ws presenta alcuni articoli particolari. Dalla lunga ricerca compiuta nella zona dell'Alto Casertano tra piramidi naturali, megaliti e simboli antichissimi, nel segno del concetto "come in cielo, così in terra", a un'analisi sui terremoti e dei mutamenti climatici che stanno sconvolgendo il pianeta, fino a uno studio approfondito sui vampiri, per capire cosa c'è di vero in questi personaggi che affascinano sempre il pubblico letterario e cinematografico. Ancora, c'è la sorprendente analisi del video musicale di Lady Gaga, Bad Romance, in cui si scoprono incredibili concetti alchimistici… Per i simboli, è la volta dell'IHS, tra i segni cristiani per eccellenza e invece un incredibile messaggio nascosto tra le lettere, di cui San Bernardino da Siena fu tra i principali diffusori… E poi ancora i libri, i media e le altre rubriche.

Tutto questo su http://www.satorws.com

Tre anni di Sator ws

Riporto la prima parte del Diario di Viaggio che è apparso sul sito satorws.com . Che dire... E' una bella soddisfazione!!!

In questo numero festeggiamo l'entrata di Sator ws nel suo terzo anno di vita e presentando una novità editoriale davvero importante… La nascita di una nuova casa editrice, la Orizzonte, che tratterà i temi cari ai lettori del nostro sito: storia antica, archeologia misteriosa, esoterismo, con un occhio anche alla narrativa e ai thriller. Un bel passo avanti in un momento storico in cui il panorama culturale italiano del settore appare desolante e in cui tutti gli addetti pare abbiamo perso le idee, lo smalto, travolti dalla crisi economica. La situazione del nostro ormai ex Bel Paese in teoria ci imporrebbe di fare delle riflessioni ben poco esoteriche e molto più pratiche, lontane dal nostro consueto stile equilibrato e rigoroso. Ma invece di sottolineare le tante pecche del nostro sistema, pecche che purtuttavia si palesano nella vita di tutti i giorni con una mancanza di libertà che sta assumendo i contorni dell'allarme, vogliamo guardare a quello che di buono sta emergendo in questo periodo. In questi tre anni insieme (Sator ws fu messo in rete la prima volta il 5 maggio 2007) sono cambiate molte convinzioni, al di là della crisi si sono fatte scoperte importanti che sono in grado di cambiare la visione che abbiamo della nostra società. Nei nostri articoli abbiamo cercato di ricostruire la "storia occultata" del nostro pianeta e della nostra specie, aprendo interrogativi da un lato in parte irrisolti, dall'altro invece decisamente entusiasmanti. Un passato straordinario, ricco di eccezionali opere, di una cultura e di una filosofia, quella dei nostri antenati, davvero strabiliante, in grado di unire il rispetto per la Natura e l'armonia con l'ambiente con conoscenze scientifiche e astronomiche che sono state, millenni dopo, la base per le nostre conquiste culturali. L'esempio che viene in mente è quello delle mappe pre-glaciali, ma è solo uno dei temi che è possibile affrontare pensando ai nostri antenati. Infatti a questo proposito uscirà a breve un importantissimo saggio, frutto del lavoro di questi anni, che racchiuderà le nostre scoperte su quella popolazione primigenia e sull'impatto che ebbe nei miti antichi. Si tratta di una ricerca seria, basata su prove valide, logiche e razionali, e non su traduzioni errate dal sumero o su visioni pesudo-mistiche di qualche invasato. Una tesi che apparirà scomoda all'establishment scientifico, che da sempre fornisce al potere politico le basi della sua supremazia, ma che al contrario mostrerà al pubblico come probabilmente andarono i fatti, nel nostro passato più remoto. Certo, per raggiungere queste conclusioni abbiamo faticato non poco, studiando le varie tesi sugli uomini preistorici, cercando tra miti e leggende, scegliendo tra le posizioni accademiche quelle che si accordavano con i risultati già raggiunti e scartando nel contempo quelle più comode e accettate. Ne è un'esempio una email (che dovremmo definire "delirante") di una giovane ricercatrice dell'Università di Milano, la quale, ammettendo di aver letto solo in parte l'articolo sull'Uomo di Neanderthal, ci accusava di fare "pseudoscienza" in quanto sostenevamo la tesi dell'ibridazione del Neanderthal con i nostri antenati Cro-Magnon. A detta di questa persona, avevamo sostenuto delle tesi fantasiose: non è così, in quanto già al tempo vi erano delle correnti di pensiero, sia pure minoritarie, che sostenevano l'ipotesi dell'ibridazione delle due specie umane. Senza contare, oltre alle analisi del Dna, anche il discorso degli insediamenti comuni dei Neanderthal e dei Cro-Magnon, che convissero per migliaia di anni assieme e che divisero le stesse zone di caccia. Abbiamo archiviato la mail come una stupida critica, una goccia nel mare di apprezzamenti che riceviamo per il nostro sito. 
E invece, a sorpresa un articolo della rivista scientifica Science pubblicato sul numero di maggio 2010 rilancia la nostra tesi dell'ibridazione, ma non solo: aggiunge particolari eccezionali come il fatto che i Neanderthal erano intolleranti al lattosio e che l'alterazione di un loro gene provoca malattie mentali come la schizofrenia e l'autismo, che nella specie umana originaria non erano presenti. Nel contempo però i Neanderthal, a questo punto definibili tutti gli effetti nostri antenati, ci diedero un corpo di forte e robusto, un sistema immunitario migliore e una migliorata capacità di cicatrizzazione.
Per la specie umana, che fu sterminata durante la Catastrofe di Toba giungendo ai limiti dell'estinzione, i geni neanderthaliani furono un toccasana, che consentirono di superare il massimo glaciale 18mila anni fa e fornendoci la possibilità di fondare la civiltà attuale. Alla faccia della ricercatrice milanese, si tratta di un qualcosa di davvero epico, un fatto epocale che nessuno, finora, aveva mai raccontato… Perché il razzismo dipinge tutto ciò che non è occidentale e cristiano come negativo, selvaggio malefico…

Siamo estremamente felici di questi sviluppi, che sono il segno che la strada imboccata è quella giusta, ma nel frattempo ci "obbligano" ancora di più a lavorare sul campo, a cercare informazioni e prove sulla nostra tesi. Un lavoro faticoso ma in un certo senso dolce: l'amore per la verità, per la storia, per il sapere, per la conoscenza, che poi è il senso stesso dell'esistenza umana, ci spinge ad andare avanti.

venerdì 2 aprile 2010

Ancora qualche giorno di attesa... E una bella sorpresa arriverà sui vostri scaffali... E' stato un lavoro molto faticoso perché mi ha vista in prima persona impegnata della definizione di tutti i particolari... Ma credo che il risultato finale (e quelli che seguiranno) sia estremamente soddisfacente... A presto con tutti i dettagli...

Lorena

mercoledì 6 gennaio 2010

E' on-line il nuovo numero di Sator ws!!!

http://www.satorws.com

In questo numero parleremo della Pietra Perduca, del Pentacolo celeste che disegnano insieme Terra e pianeta Venere (carico di simbolismi antichi e vietati dal potere patriarcale), delle Sette Città di Cibola, dei Misteri Eleusini e di Hildegard von Bingen. Poi le rubriche, i media misteriosi con i nuovi videoclip esooterici analizzati nel dettaglio e la tv di satorws, in costante aggiornamento.

Continuate a seguirci!

venerdì 1 gennaio 2010

Inizio

Un buon 2010 a tutti! Presto ci saranno novità sui miei lavori...

Ciao a tutti da

Lorena